Archivio per novembre 2009

28
Nov
09

Signoraggio schiavitù moderna

Signoraggio schiavitù moderna

 

Immaginate di avere 100 euro in sovrappiù, immaginate un amico che li custodisca per voi con l’impegno che alla bisogna possiate ritirarli quando volete. Immaginate ancora che questo amico custodisca ad altri le eccedenze sempre con le stesse condizioni. Ora continuate ad immaginare che questo amico sappia che statisticamente è improbabile che tutti assieme andiate da lui a richiedere indietro i soldi dati in custodia, e comunque se anche lo faceste ha un altro amico che fa il suo stesso servizio che coprirebbe la richiesta, e viceversa, e decida così di prestare i vostri soldi. Attribuirà un numero al conto del debitore e andrà dal tipografo. Forte di una legge piovuta non si sa da dove si farà stampare 100 euro che sono il suo credito col debitore. E questa legge consente al vostro amico di stampare fino a 50 volte il capitale avuto in deposito, ma di questo parleremo più diffusamente nel prossimo post. Sembra una storia di fantasia, vero? Una storia di falsari ma purtroppo non è così. Se a un amico sostituite la parola banca avrete il quadro di ciò che in realtà accade! Che cos’è il signoraggio? Il signoraggio era la tassa che un tempo si doveva pagare al signore per coniare moneta. Fatto 10 il valore dell’oro il signore tratteneva il 10%, che rappresentava il suo aggio, sostituendo l’oro trattenuto con materiale meno nobile e  si faceva garante del valore della moneta. Considerati i costi che doveva sostenere per il conio il 10%  ci pare una percentuale più che onesta. Il signoraggio è quindi la differenza tra il valore intrinseco della stessa moneta e il valore nominale. Ai nostri giorni è la banca d’Italia, che ricordiamo è una società privata che ha come soci i più importanti gruppi bancari italiani, che stampa la carta moneta nel nostro paese. Dal 1971 il rapporto di convertibilità dollaro oro, che in altri termini significava emissione della moneta in base all’oro posseduto, è sospeso ed entra in vigore il nuovo sistema che poi è quello attuale. Allora dicevamo che la banca d’Italia emette la carta moneta al costo della sola stampa che incide per 4 o 5 centesimi a biglietto come fosse un qualsiasi tipografo o falsario. Praticamente il signoraggio incide oggi per l’intero importo della moneta emessa! Riepilogando la banca presta soldi che non le appartengono, emette moneta in base ai prestiti che fa e pretende la restituzione di danari veri. Qui mi fermo per ora. Molti di voi già conosceranno questo argomento, e questo mio post potrà sembrare semplice, ma io nel decidere di farlo ho avuto un solo obbiettivo e cioè quello di diffonderlo e farlo capire a chi lo ignora. Le soluzioni ai problemi si trovano solo quando si ha consapevolezza dell’esistenza del problema stesso, e questo è veramente serio e  grave perché ci rende tutti schiavi del sistema bancario!

 

Pietro Atzeni

23
Nov
09

A Carmen Maestra di danza

A Carmen Maestra di danza

 

Ti ascolto

parli con foga

Carmen

Maestra di danza

di punte e piquet

Parli

e mentre i tuoi occhi

fanno capriole di gioia

m’incanto.

 

Pietro Atzeni

19
Nov
09

Viva Eva Kopacz

Viva Eva Kopacz

E’ di quelle notizie che ti strappano un moto di gioia perché, dopo tanto attendere, non può che far piacere che anche persone autorevoli la pensino come te. Il Ministro della Salute polacco, la signora Eva Kopacz, sarà forse per la morte di nove persone in Germania a seguito del vaccino, sarà che le case farmaceutiche godono di una impunità per le conseguenze, ha rotto il muro di omertà, che sembrava proteggere il vaccino H1N1. Infatti in una seduta pubblica in Parlamento a Varsavia ha detto non solo di non fidarsi dei vaccini e ha accusato i colleghi occidentali di fare gli interessi delle multinazionali produttrici del farmaco. Ma perché il Ministro non si fida? Non si fida perché malgrado i vaccini siano di tre tipi, con caratteristiche leggermente diverse l’uno dall’altro, vengono trattati tutti allo stesso modo e venduti e distribuiti come privi totalmente di qualsiasi controindicazione. “Non esiste un solo effetto collaterale: hanno inventato insomma il farmaco perfetto”, dice il Ministro, “ma visto che il farmaco è così prodigioso, come mai le case produttrici non vogliono introdurlo nel mercato libero e assumersene la completa responsabilità?”. Il Ministro avanza poi dei dubbi tanto sull’efficacia quanto sulle controindicazioni e si chiede come mai “la nuova influenza sia stata promossa a pandemia quando ogni anno muoiono al mondo un milione di persone per l’influenza stagionale”. E poi continua a rincarare la dose e aggiunge: “a quelli che mi fanno pressione per acquistare il vaccino chiedo come mai non avete gridato e sbraitato l’anno scorso, due anni fa e poi ancora nel 2003 quando abbiamo avuto 1 milione e 200mila polacchi a letto con l’influenza stagionale?”. Per tutto questo almeno per il momento il governo polacco non ha nessuna intenzione di acquistare i vaccini. Conclude il Ministro, e qui veramente bisognerebbe ricoprirla di applausi, “lo Stato polacco è molto saggio, i polacchi sanno distinguere la verità dalle balle con molta precisione. E sono in grado di distinguere una situazione oggettiva da una truffa”. Ora dopo un’accusa del genere, ignorata peraltro dalle tv nazionali, delle due è l’una: o il Ministro ha calunniato le multinazionali oppure, come credo, ha detto la verità; nel primo caso spetterebbe alle tre case farmaceutiche citarla per diffamazione, nell’altro c’è da chiedersi come possono, nella congiuntura in cui ci troviamo, gli Stati sperperare danaro pubblico in questa maniera.  E così come il governo polacco anche quello finlandese… E l’Italia?

Pietro Atzeni

15
Nov
09

Lacrime e pioggia

santa lucia 001

Lacrime e pioggia

E’ inarrestabile questo vento

porta precarietà

porta amarezza

tutto travolge

tutto trascina

sradica certezze

fuscelli senza riparo

i sogni foglie d’autunno

l’egoismo

peste dell’anima

ammorba questo mondo

è il suo pilastro

occhi senza speranza

ormai

nuvole grigie in volto

e rabbia

nuvole grigie in cielo

attende per ripulire il mondo

il fiume della storia

paziente

lacrime e pioggia

Pietro Atzeni

10
Nov
09

Chi tocca il signoraggio muore

Chi tocca il signoraggio muore

(terza parte)

 

Lincoln e Kennedy sono gli esempi più noti dei tentativi fatti dai politici onesti di ridare sovranità monetaria al popolo americano. Prima di Lincoln ci aveva provato Andrew Jackson 7° presidente degli Stati uniti, 4 marzo 1829 4 marzo 1837, che non rinnovò il contratto alla Second Bank la banca centrale, privata, americana di allora perché convinto della necessità di una banca nazionale. Per questa sua decisione subì qualche attentato ma senza nessuna conseguenza, ma è un esempio più unico che raro. Altri due presidenti degli Stati, Garfield e McKinley, sono stati assassinati per essersi opposti ai banchieri. Bob Kennedy invece fu ammazzato prima ancora che arrivasse alla presidenza e riproponesse quanto fatto da John. Ted Kennedy invece è ancora vivo perché ha sposato in pieno la causa della Fed. Reagan minacciò di sostituire il presidente della federal reserve e disse: “…non dobbiamo rendere conto alla federal reserve e tanto meno al suo presidente”. Di lì a poco venne ferito durante un attentato che gli fece cambiare repentinamente opinione sul presidente della fed e affermò pubblicamente che stava facendo un buon lavoro. I banchieri hanno ottimi argomenti di persuasione. Ultimo in ordine di tempo è la morte del figlio di JFK, John Jr che voleva scoprire il perché della morte del padre e rendere tutto pubblico. Non fece a tempo perché l’aereo leggero sul quale viaggiava con la moglie si inabissò nell’atlantico e il suo corpo e quello della moglie vennero cremati malgrado i cattolici seppelliscano i loro morti, ma la cremazione è l’unico modo per nascondere i segni di un’esplosione. Come si vede è molto pericoloso in America mettere in dubbio la legalità della gestione monetaria dei banchieri della Fed. E in Europa? Desta sospetto la morte di Duisenberg, presidente della Bce fino al 2003, trovato morto il 31 luglio del 2005 nella piscina della sua villa. Ma il caso più eclatante è italiano è la morte dell’ex questore di Genova Arrigo Molinari. Noto per essere il commissario del caso Tenco, era un personaggio che aveva un curriculum vitae ricchissimo. Era nella P2, tessera 767, andava orgoglioso della sua appartenenza a Gladio, diceva di essere riuscito a sventare diversi attentati, frequentava potenti che accoglieva nell’albergo di famiglia ad Andora. La settimana precedente il suo assassinio a seguito di una sua denuncia erano stati rinviati a giudizio 6 ex direttori di istituti bancari con l’accusa di usura, assieme alla banca di Roma e la banca d’Italia per non aver esercitato la vigilanza che le competeva. Tutta la vicenda aveva avuto inizio da una causa di anatocismo, e cioé la richiesta della restituzione degli interessi sugli interessi, pagati dalla defunta moglie Maria Teresa Pallavicino e dal padre di lei dal 1934 fino alla fine degli anni ‘90. Molinari aveva chiesto un risarcimento di 15 milioni di euro. In seguito a ciò, forse usata come arma di pressione, aveva citato in tribunale la Banca d’Italia e la Bce per la truffa sul signoraggio. L’udienza doveva svolgersi il 5 ottobre del 2005 ma il 27 di settembre viene assassinato nella sua abitazione con 28 coltellate. Come si vede anche in Italia chi tocca il signoraggio muore.

 

Pietro Atzeni

06
Nov
09

Cerco casa

Cerco casa

 Raccolgo l’appello di Orchismoria per trovare sistemazione a un cucciolo maschio di Siberian Husky che dall’oggi al domani si è ritrovato sulla strada. Da amante di questa razza superba mi auguro di contribuire a risolvere di favorevolmente di questo cucciolo vittima della superficialità degli uomini che prendono i cani come se fossero esseri di pezza e dopo quando si trovano davanti alla realtà di creature con proprie esigenze e personalità passato l’entusiasmo iniziale li abbandonano. Spero che riesca a trovare questa volta un amico consapevole. Chi volesse dare una mano a questo cucciolo è pregato di dare diffusione del post che segue. Grazie.

 

 

Per le adozioni ho creato il link BACHECA,ma  almeno per ora,non posso mostrare foto  ,così in questo caso faccio un’eccezione anche perchè  so di diverse persone su splinder che amano gli husky e,se non loro stessi,possono comunque conoscere qualcuno a cui piacerebbe averne uno

di seguito,appello adozione e foto.1257328733363246
1257328806430276
2009_105

2009_109

Vi chiedo aiuto per un’adozione davvero urgente,
questo cucciolo MASCHIO di SETTE MESI di husky purissimo con tanto di PEDEGREE e documenti
è stato legato fuori il cancello del canile comunale di Montalto di Castro (Vt)
e l’ex proprietario si è espresso così:
“per quanto mi riguarda lo potete pure ammazzare”.
il cane è sanissimo e buonissimo ma di certo non è abituato a stare in canile (è sempre vissuto in famiglia).
uno dei tanti cani – giocattolo che dopo appena quattro mesi viene sbolognato perchè l’euforia è passata.
il canile è saturo e non c’è posto neanche qui per lui, andrebbe affidato alla ASL di Viterbo,
ma noi volontari ci stiamo muovendo per potergli trovare una casa al piu’ presto.
Vi chiedo la cortesia di fare girere e mantenere l’annuncio in rete per dargli la maggior visibilità possibile.
grazie

GAIA 328-9130837
MARISA 320-1817841

emmafez@hotmail.it  

<!– –>

04
Nov
09

Goccia di rugiada

fiori 003

Goccia di rugiada

 

Dolce carezza sui prati

mia luce

raggio di sole

in gelido inverno

rendi fecondi i miei giorni

ma tutto inaridisce senza di te

e cupa tristezza dilaga

la mia alba non ha luce

l’oggi domani

il presente futuro

magico sogno

sei la mia acqua

che tutto fiorisce

sei pillola di felicità

vitale

goccia di rugiada

speranza

mio fiore

per la mia sete d’amore

 

Pietro Atzeni