28
Nov
09

Signoraggio schiavitù moderna

Signoraggio schiavitù moderna

 

Immaginate di avere 100 euro in sovrappiù, immaginate un amico che li custodisca per voi con l’impegno che alla bisogna possiate ritirarli quando volete. Immaginate ancora che questo amico custodisca ad altri le eccedenze sempre con le stesse condizioni. Ora continuate ad immaginare che questo amico sappia che statisticamente è improbabile che tutti assieme andiate da lui a richiedere indietro i soldi dati in custodia, e comunque se anche lo faceste ha un altro amico che fa il suo stesso servizio che coprirebbe la richiesta, e viceversa, e decida così di prestare i vostri soldi. Attribuirà un numero al conto del debitore e andrà dal tipografo. Forte di una legge piovuta non si sa da dove si farà stampare 100 euro che sono il suo credito col debitore. E questa legge consente al vostro amico di stampare fino a 50 volte il capitale avuto in deposito, ma di questo parleremo più diffusamente nel prossimo post. Sembra una storia di fantasia, vero? Una storia di falsari ma purtroppo non è così. Se a un amico sostituite la parola banca avrete il quadro di ciò che in realtà accade! Che cos’è il signoraggio? Il signoraggio era la tassa che un tempo si doveva pagare al signore per coniare moneta. Fatto 10 il valore dell’oro il signore tratteneva il 10%, che rappresentava il suo aggio, sostituendo l’oro trattenuto con materiale meno nobile e  si faceva garante del valore della moneta. Considerati i costi che doveva sostenere per il conio il 10%  ci pare una percentuale più che onesta. Il signoraggio è quindi la differenza tra il valore intrinseco della stessa moneta e il valore nominale. Ai nostri giorni è la banca d’Italia, che ricordiamo è una società privata che ha come soci i più importanti gruppi bancari italiani, che stampa la carta moneta nel nostro paese. Dal 1971 il rapporto di convertibilità dollaro oro, che in altri termini significava emissione della moneta in base all’oro posseduto, è sospeso ed entra in vigore il nuovo sistema che poi è quello attuale. Allora dicevamo che la banca d’Italia emette la carta moneta al costo della sola stampa che incide per 4 o 5 centesimi a biglietto come fosse un qualsiasi tipografo o falsario. Praticamente il signoraggio incide oggi per l’intero importo della moneta emessa! Riepilogando la banca presta soldi che non le appartengono, emette moneta in base ai prestiti che fa e pretende la restituzione di danari veri. Qui mi fermo per ora. Molti di voi già conosceranno questo argomento, e questo mio post potrà sembrare semplice, ma io nel decidere di farlo ho avuto un solo obbiettivo e cioè quello di diffonderlo e farlo capire a chi lo ignora. Le soluzioni ai problemi si trovano solo quando si ha consapevolezza dell’esistenza del problema stesso, e questo è veramente serio e  grave perché ci rende tutti schiavi del sistema bancario!

 

Pietro Atzeni

Annunci

0 Responses to “Signoraggio schiavitù moderna”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: