16
Lug
10

Un cestino con tante sorprese

Un cestino con tante sorprese quello che troverete al Teatro Civico di Sinnai domenica 18-07-2010 alla 1^ edizione del Premio Nazionaleper il Teatro “Lauretta Masiero”, ideato e diretto dal caro amico Tullio Pecora. La serata concluderà un’intensa settimana culturale al femminile, iniziata a partire da domenica 12 luglio, con la rassegna teatrale “Il colore rosa”. Durante la serata, tra gli altri, verrà premiata col “Cestino doro” alla carriera l’attrice Erika Blanc. Per una più completa informazione sulla serata, ed eventualmente per tentarvi, ricordandovi che l’ingresso è gratuito, segue uno stralcio dell’articolo di Maurizio Bonanni pubblicato dal quotidiano “L’Opinione”.

Veniamo, ora, al 18 luglio, serata finale del “Colore Rosa”, dove il Teatro giocherà i molti volti delle sue anime artistiche, dividendosi in tre grandi filiere o sezioni “produttive”. La prima è quella riservata agli autori, in cui verrà premiato il migliore testo drammaturgico al femminile, rappresentato in Sardegna, nel corso delle ultime due stagioni teatrali. Il secondo, riconosciuto con il “Cestino d’argento”, premio speciale della giuria, ad una giovane artista teatrale (attrice, scenografa, costumista, autrice musicale..) emergente che, nell’ultima stagione teatrale si sia posta alla attenzione di pubblico e critica per impegno di testo e capacità di interpretazione. Un secondo “Cestino d’argento”, premio speciale della Giuria, ad un’artista (attrice, scenografa, costumista, autrice musicale,..) che, in Sardegna, si sia distinta per passione, rigore, originalità, impegno e capacità interpretativa nelle ultime due stagioni teatrali.

Ed, infine, il “Cestino d’oro” alla carriera (il premio doveva essere consegnato da Gianluca Guidi -figlio della Masiero- che, tuttavia, testimonierà con un video “ad hoc”, per improrogabili impegni artistici sul continente), attribuito ad Erica Blanc dalla giuria presieduta da Fioretta Mari. La Blanc -sulla base delle motivazioni- risulta l’attrice il cui percorso ha rappresentato e continua a rappresentare un autorevole punto di riferimento per le nuove generazioni. Di lei, rimandiamo alla bellissima intervista, rilasciata al collega Nicola Allegri, che l’ha catturata nel suo nuovo habitat, stretto come una cintura di castità nello splendido isolamento della campagna piacentina. Unici testimoni delle sue prove artistiche: i tanti cani e gatti che le fanno compagnia…

 Segue l’interessante articolo completo. 

03072010[1].opinione.pag14.b

Pietro Atzeni

Annunci

0 Responses to “”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: