07
Ago
11

Il cammello che defecò nel fiume

Uno degli autori che leggo con maggiore frequenza è Esopo. Nessuno più del grande favolista greco riesce a farmi capire che in fondo la storia dell’uomo è un continuo ripetersi degli stessi avvenimenti che variano nella forma ma identici nella sostanza. Prendete la favola che segue e ditemi se non sembra scritta oggi.

Il cammello che defecò nel fiume
ovvero
ecco il perché di questa società malata

Un cammello guadava un fiume velocemente. Defecò, ma a causa della forte velocità dell’acqua immediatamente vide il suo sterco davanti a sé. “Che succede?”, esclamò. “Era dietro fino un momento fa ed ora me lo ritrovo davanti”.
La favola, dice Esopo, è adatta per quegli Stati in cui gli infimi e gli stolti dominano al posto delle persone di valore e dei saggi.
E’ tuttora valido ciò che dice Esopo? Sì, purtroppo, perché una persona di valore o un saggio mai e poi mai si presterebbe ai giochi di potere e a certi compromessi e andrebbe diritto per la propria strada, ecco perché sembrano scomparsi dalla circolazione, ma esistono ancora e non hanno voce. L’infimo per mancanza di scrupolo e lo stolto per mancanza di consapevolezza rappresentano l’ideale lunga mano delle lobbies di potere e dei loro interessi. Attraverso questi agiscono e creano opinione, consolidano il loro potere e danno a noi a bere un contrasto che è quasi sempre economico ben mimetizzato da sofismi ideologici che le parti ben si guardano dall’approfondire per non svelare il gioco e danneggiarsi a vicenda. Un po’ di correttezza non guasta, in fondo oggi a me domani a te. Ecco il quadro del nostro mondo, che dallo sterco dei cammelli finito nella travolgente acqua del fiume degli interessi delle lobbies ha tratto i politici e la classe dirigente che ci governa.

Pietro Atzeni

Advertisements

0 Responses to “Il cammello che defecò nel fiume”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: