Archivio per gennaio 2012

27
Gen
12

Cartoline da Cala Mariolu

Tanto per provare ad evadere da questa brutta aria, anche solo per pochi istanti, che sta circolando nel nostro paese in questo periodo. La vita è anche sogno, guai a dimenticarlo!

21
Gen
12

Spalanca il tuo cuore

Spalanca il tuo cuore


Come spalanchi quella finestra

che inonda di luce e di aria la stanza

spalanca il tuo cuore

la fuori c’è il sole

c’è il vento

se la tieni al buio

muffa e umido saranno padroni

tu vivrai male

non chiuderti al mondo

spalanca il tuo cuore

riscaldalo con un sorriso

volo di rondini dell’anima

il cielo è azzurro

la terra profuma di fiori

ubriacalo di quest’aria nuova

siediti e aspetta

dolce sarà starti vicino

Poesia tratta dalla raccolta “Tra terra e cielo”, di Pietro Atzeni, ed. Cinquemarzo, Viareggio 2009.

17
Gen
12

Convergenti interessi

Convergenti interessi

Standard&Poor’s

declassa

Goldman Sachs

incassa

 


Tutti sappiamo, almeno per averlo sentito dalla televisione, che in questi giorni l’agenzia di rating Standard&Poors ha declassato l’Italia e altri sei paesi Europei e il fondo salva Stati, Efsf, dell’Ue. Ovviamente questo declassamento non è senza conseguenze. Infatti, le conseguenze daranno la stura alle banche a aumentare le difficoltà nel piazzare i titoli degli Stati declassati e quindi a aumentare gli interessi, il famoso spread, a tutto vantaggio evidentemente di chi li acquista, un manipolo di banche che si avvalgono per rendere credibile il tutto appunto di queste agenzie di rating, sulla cui imparzialità sorge più di un lecito dubbio, Parmalat e Cirio insegnano, tanto per fare qualche nome. Insomma un gioco vecchio come il cucco si sta giocando sulla nostra pelle, le agenzie diffondono le loro perplessità, fondate o infondate che siano poco importa, lo spread sale così i profitti per chi acquista. E una storia senza fine questa, con la politica che continua a nulla fare per contrastare questi furbacchioni. E noi diventiamo tutti più poveri.

Pietro Atzeni

15
Gen
12

Sulle ali dei gabbiani: un successo

Sulle ali dei gabbiani: un successo!

 

Grande successo di pubblico sabato 14 gennaio al vernissage di “Sulle ali dei Gabbiani”, alla Galleria G28 a Cagliari, mostra di installazione poetica curata da Italo Medda e Anna Boschi, con la collaborazione di Assunta Pittaluga, Beppe Vargiu e le danzatrici Arianna Madeddu e Stefania Sanna. Molto originale e suggestivo il modo di offrire la poesia, fogli a4 in continuo movimento a spiovere dall’alto, tra gabbiani in volo e reti, degli oltre settanta autori, nazionali ma anche stranieri, che hanno aderito all’iniziativa, per un totale di circa 150 titoli. La mostra è visitabile tutti i giorni eccetto il lunedì fino al 29 gennaio 2012 dalle ore 18,30 fino alle 20,30 pressola GalleriaG28 in via Ada Negri  a Cagliari. Ingresso libero.

Composizioni poetiche di Pietro Atzeni, Cagliari – Patrizia Battaglia, Massa Lombarda (RA) – Luisa Bergamini, Bologna – Anna Boschi, Bologna – Giancarlo Buffa, Cagliari – Virginia Cafiero, Genova – Lamberto Caravita, Massa Lombarda (RA) – Bruno Cassaglia, Quiliano (SV) – Maria Castronovo, Roma – Grazia Cipollino, Cerignola – Carmela Corsitto, Canicattì – Filippo Maria D’Angelo, Roma – Emanuele De Muro, Cagliari – Maria Tiziana Dondi, Bologna – Ginetta Fino, Castel S. Pietro T. (BO) – Letizia Gangemi, Taranto – Carmelo Giummo, Augusta – Claudio Grandinetti, Cosenza – Annamaria Janin, Cagliari – Oronzo Liuzzi, Corato (BA) – Mariella Loro, Torino – Ruggero Maggi, Milano – Paola Mancinelli, Montegranaro – Laura Maniscalco Blasi, Taranto – Elena Mannu, Cagliari – Giosuè Marongiu, Cagliari – Maria Grazia Martina, Breganze (MI) – G. Mauro Maulo, Macerata – Eraclio Nateri, Quartucciu (CA) – Italo Medda, Cagliari – Gloria G. Persiani, Roma – C. P. Oliviero , Tenerife (Spagna) – Oliviero Pianca, Bologna – Maurizio Piccirillo, R. Solvay (LI) – Salvatore Pintore. Sassari – Carlo Pucci, Bologna – Stefano Puddu Crespellani, La Garriga , Catalogna – Alberto Rizzi, Rovigo – Sabina Romanin, Pordenone – Viviana Santandrea, Bologna – Antonio Sassu, Torreglia (PD) – Francesco Silvestri, Massafra (TA) – Maria Spissu Nilson, Capoterra (CA) -Giovanni e Renata Strada, Ravenna – Rossana Tinelli, Matera – Giuseppe Luca Torraco, Foggia – Beppe Vargiu, Quartucciu (CA) – Massimo Zanasi, Cagliari

 

13
Gen
12

SULLE ALI DEI GABBIANI freedom poetry – canti di libertà

 14 – 29 GENNAIO
 
 
COMUNICATO E INVITO
con preghiera di diffusione
 
GALLERIAG28 spazio per artisti in Cagliari

Palazzo Marini – via Ada Negri 28

SULLE ALI DEI GABBIANI

freedom poetry – canti di libertà

Installazione poetica a cura di Anna Boschi e Italo Medda

collaborazione Assunta Pittaluga e Beppe Vargiu

con la partecipazione di Arianna Madeddu e Stefania Sanna

Ciascuno di noi è, in verità, un’immagine del grande gabbiano,
un’infinita idea di libertà senza limiti.
 Richard Bach

…………………………………………………………………………….

Esiste la libertà? Una grande astrazione che ha fatto versare fiumi d’inchiostro ma ancora oggi si discute di cosa sia realmente: un limite interno o esterno? Il sogno della follia umana? Un bene indispensabile? Un’utopia? Il percorso dell’inconscio? Un desiderio che dura una vita?

I poeti, gli artisti ritengono di essere gli unici a poterne disporre, liberi di volare con le parole, i colori, la musica o la danza, senza limiti temporali, senza costrizioni, leggi o imposizioni. Un terreno di ricerca continua che forse ha un solo limite, quello del rispetto degli altri e del concetto altrui di libertà. Una conquista che si rinnova ogni giorno e in ogni verso o parola o azione. Perché la libertà è anche il coraggio di esibirla, di darne esempio a chi ritiene che possa essere irraggiungibile, che ci siano troppe insormontabili barriere. In questi versi esposti come quadri, poesie come dipinti, gli autori cercano di darne prova, di mostrare che la libertà è in ogni caso prima dentro di noi, una necessità raggiungibile, una ricerca che non si spegne mai.(m.s.n.)

………………………………………………………………………………………..

Composizioni poetiche di Pietro Atzeni, Cagliari – Patrizia Battaglia, Massa Lombarda (RA) – Luisa Bergamini, Bologna – Anna Boschi, Bologna – Giancarlo Buffa, Cagliari – Virginia Cafiero, Genova – Lamberto Caravita, Massa Lombarda (RA) – Bruno Cassaglia, Quiliano (SV) – Maria Castronovo, Roma – Grazia Cipollino, Cerignola – Carmela Corsitto, Canicattì – Filippo Maria D’Angelo, Roma – Emanuele De Muro, Cagliari – Maria Tiziana Dondi, Bologna – Ginetta Fino, Castel S. Pietro T. (BO) – Letizia Gangemi, Taranto – Carmelo Giummo, Augusta – Claudio Grandinetti, Cosenza – Annamaria Janin, Cagliari – Oronzo Liuzzi, Corato (BA) – Mariella Loro, Torino – Ruggero Maggi, Milano – Paola Mancinelli, Montegranaro – Laura Maniscalco Blasi, Taranto – Elena Mannu, Cagliari – Giosuè Marongiu, Cagliari – Maria Grazia Martina, Breganze (MI) – G. Mauro Maulo, Macerata – Eraclio Nateri, Quartucciu (CA) – Italo Medda, Cagliari – Gloria G. Persiani, Roma – C. P. Oliviero , Tenerife (Spagna) – Oliviero Pianca, Bologna – Maurizio Piccirillo, R. Solvay (LI) – Salvatore Pintore. Sassari – Carlo Pucci, Bologna – Stefano Puddu Crespellani, La Garriga , Catalogna – Alberto Rizzi, Rovigo – Sabina Romanin, Pordenone – Viviana Santandrea, Bologna – Antonio Sassu, Torreglia (PD) – Francesco Silvestri, Massafra (TA) – Maria Spissu Nilson, Capoterra (CA) -Giovanni e Renata Strada, Ravenna – Rossana Tinelli, Matera – Giuseppe Luca Torraco, Foggia – Beppe Vargiu, Quartucciu (CA) – Massimo Zanasi, Cagliari

14 – 29 GENNAIO 2012 ore 18, 30 – 20,30

Inaugurazione sabato 14 ore 18,30 – Lunedì riposo

Vedi su google SULLE ALI DEI GABBIANI
digilander.libero.it  – dododada.ning.com

E’ gradita la Sua presenza

08
Gen
12

Piangete sardi Amsicora è morto

Piangete sardi

Amsicora è morto



 

Piangete sardi

Amsicora è morto

amava la libertà

per sé e per il suo popolo

Piangete

non è bastato l’odio esaltato d’amore

e la sua fierezza indomabile

per avere ragione dell’usurpatore

Piangete sardi

troppo forti le legioni romane

per il giovane Josto

suo generoso figlio

Piangete

Amsicora è morto

non ha retto alla sconfitta di Cornus

e alla morte del suo giovane erede

Piangete sardi

il tuo destino sarà deciso oltre mare

e pagherai queste scelte

ospite a caro prezzo in terra tua

Piangete

Amsicora è morto

ma vive nel cuore di ciascuno di noi

ridiamogli vita per riprenderci il nostro destino

Piangete sardi

Amsicora è morto

sì ridiamogli vita

solo così non sarà morto invano

 

Pietro Atzeni

04
Gen
12

Che fine hanno fatto gli indignati?

Che fine hanno fatto gli indignati?

Dove sono finiti gli indignati? Protestavano solo per i costumi sessuali presunti del Presidente del Consiglio Berlusconi? Perché non scendono più in piazza? Eppure Monti sta portando il paese alla rovina sotto ogni punto di vista, compreso quello sociale. Di fatto con la sua manovra, con gli aumenti del costo del carburante, il ripristino dell’Ici e tutti gli altri aumenti previsti a cascata, luce, telefono, autostrade, conti correnti etc ha ridotto di un buon 20% uno stipendio mensile di 1200 euro, ma attenti non è ancora aumentata l’iva… Ma, obietterete che siamo in emergenza. Ma fatemi il favore, ma quale emergenza! Ci stanno riducendo al lastrico per salvare il mondo dicono. Ma il mondo è di gran lunga più indebitato di noi. Il pianeta ha un debito pubblico del 1500% sul prodotto interno lordo e ci si vuol far credere che un paese col debito di appena il 120% possa incidere su questo fronte? No, non la bevo, c’è dell’altro che si chiama Banche che per effetto della scelleratezza di alcune operazioni, o vattelapesca, contano sui nostri soldi per salvarsi, grazie allo spread, o forse fare ulteriori appetitosi investimenti. Ma pongo solo una domanda: è moralmente accettabile salvare le banche, e ovviamente l’euro, al prezzo di affossare un’intera nazione?

Pietro Atzeni