Posts Tagged ‘danza

10
Mar
12

Finalmente un 8 marzo che ci piace!

 Finalmente un 8 marzo che ci piace!

 

Cagliari, Museo Archeologico, “Festa della Donna” all’insegna della cultura. Finalmente un 8 marzo che ci piace! Niente patetiche imitazioni di un certo tipo di maschio, che dimostrano sì parità fra i sessi ma, ahimè, verso il basso. Quindi niente spogliarelli di dubbio gusto del sesso forte, fracasso da osteria, volgarità varie e bevute fino a stordirsi, forse per dimenticare. Niente di tutto questo ma cultura sotto varie forme, ecco la festa della donna che ci piace. Letture sagaci, a volte pungenti, dell’universo femminile, danza burlesque garbatamente provocatoria e buona musica di sottofondo. Serata riuscitissima davanti a un pubblico che, probabilmente, mai si era visto così numeroso al Museo Archeologico di Cagliari. I problemi restano e incombono, e purtroppo non solo per le donne, ma almeno per un po’ siamo stati aiutati a metterli in cantina. Segue un breve filmato della serata.

Pietro Atzeni

Annunci
26
Feb
12

…Sembra ieri… alla Galleria G28

 GALLERIA G28

spazio per artisti in Cagliari

Palazzo Marini – via Ada Negri 28

sembra ieri

Divertita provocazione di Italo Medda e Assunta Pittaluga

Testo di Maria Spissu Nilson

 

Partecipazione di Luca Catalano, Francesca Naitza, Barbara Sanna, Stefania Sanna

Reperti fotografici di 

  David Nilson (fotografia), Gigliola Lai (arti visive),

Mauro Manunza (giornalismo), Paola Puccini (arti visive), Anna Boschi (arti visive), Roberto Magnabosco (danza), Luisanna Atzei (arti visive), Rosalba Piras (teatro), Assunta Pittaluga (danza), Italo Medda (arti visive)

 

dal 3 al 18 marzo – ore 18,30 – 20, 30

inaugurazione sabato 3 marzo ore 18,30

chiuso il lunedì e giovedì 8 marzo 

…  sembra ieri ….

Nuovi innesti intriganti e divertenti in questa mostra che ha suscitato nella passata edizione ( Come eravamo) molto interesse e curiosità attirando un ottimo numero di visitatori.

Undici personaggi, tutti noti in ambito regionale ma anche oltre, che si incrociano in una mostra dove, almeno per una volta, non è richiesta coerenza stilistica o altri formalismi da accademia. Né può essere diversamente visto che le immagini esposte sono cariche di emozioni e ricordi ma affidate a scatti fotografici estemporanei di fresco candore. Il filo conduttore è quello della fedeltà ad un tema, il ricordo appunto, e l’emozione del rivedersi decenni dopo “come eravamo”.

Sentimenti e storie di undici personaggi che colgono, con sobria ironia, l’occasione per proporci immagini inedite e curiose della loro vita e che diventa anche opportunità per ricercare il tempo perduto. Mostra quindi non legata alla “bella fotografia” ma all’opportunità di un riassunto breve, di una “tranche de vie”.

Una selezione da diversi mondi culturali che va da Italo Medda (arti visive) ad Assunta Pittaluga (danzatrice e coreografa), a Roberto Magnabosco (danza), da David Nilson (traduttore e fotografo) a Rosalba Piras (attrice) passando per i nuovi apporti: Mauro Manunza (giornalista), Paola Puccini, Luisanna Atzei, Anna Boschi e Gigliola Lai (artiste visive)

Spaccato interessante ed ironico, lontano quasi sempre dalle auto celebrazioni, che copre un arco di tempo che va dagli anni ’30 ai nostri giorni. Foto che si possono definire storiche e che ci rimandano ad atmosfere e sapori perduti. L’età d’oro di molti si intravede  negli occhi e nelle ambientazioni, quasi si sente il profumo delle madeleine di proustiana memoria. In filigrana storie e culture diverse che sono anche ritratti di civiltà a confronto.

Ognuno del proprio vissuto ha scelto e presenta le immagini più rappresentative, rimandi a stagioni passate e forse rimpiante, revival di momenti scelti con cura tra mille altri e che rivivono attraverso il bianco e nero.

Assunta bambina del ’57 che tra i rami alti di un albero gioca forse col Barone Rampante di Calvino e più tardi adolescente pensosa e bellissima. Il fratino Italo in una foto del ‘45 che va in gita di riconoscenza dal fraticello di Laconi e giovane impegnato del 68, viso serio, capelli lunghi. Il biondo bimbo d’oltreoceano David che passeggia ignaro del mondo in una carrozzina di vimini e poi, ancora vicino all’adolescenza che socializza in Corea coi collaboratori orientali. Roberto Magnabosco che a due anni prova inconsciamente un pliè quasi presago dei palcoscenici e lustrini  che lo avrebbero visto al fianco di tante celebrità. Rosalba Piras prima timidissima bimba davanti al nero della lavagna e poi attrice sicura coi colleghi di Akroama. Mauro Manunza giovanissimo giornalista che intervista un Jaques Cousteau giovane e perplesso e le artiste Luisanna Atzei, Gigliola Lai, Paola Puccini e Anna Boschi, giovani adolescenti o bambine stupite del mondo.

Il valore emozionale delle foto è un altro filo conduttore che avvincerà chi guarda coinvolgendolo nel gioco dell’amarcord felliniano. Mostra tutta basata sulla soggettività, sul mostrare e nascondere, su frammenti veritieri ma che possono essere menzogneri, dalla memoria vogliamo anche farci ingannare.

Sembra facile ricostruire una vita, documentarne momenti e inconsciamente anche i vuoti. Restano aperte curiosità e incertezze, spazi e scarti di percorso, ma sicuramente per i partecipanti è stato un intrigante lavoro della memoria.

 

Maria Spissu Nilson


22
Set
11

Incontri di Burlesque

Incontri di Burlesque

Qualsiasi sia la tua taglia, la tua età, sentiti attraente ed apprezzata, esalta lo charme, il glamour, la femminilità insita in te, con spirito ironico e irriverente per divertirti con humour e sorriso… Insomma un’occasione per conoscere un aspetto di sé stessi che troppo spesso la quotidianità e le convenzioni sociali portano a reprimere e soffocare. Tutto questo sono gli Incontri di Burlesque organizzati presso la scuola di danza di Assunta Pittaluga in via Ada Negri 28 a Cagliari. Sono aperte le iscrizioni.

Locandina corsi di burlesque organizzati presso la scuola di danza di Assunta Pittaluga

15
Dic
10

“viziosi pensieri in corpi virtuosi”

Associazione Culturale Teatrale

ParoleRivelate”

Presidente  Carla Calò – Direttore Artistico  Tullio Pecora

“Viziosi pensieri in corpi Virtuosi”

Tre giornate di Laboratorio con la Coreografa e Regista

SIMONA DE TULLIO

Direttrice Artistica della  Breathing  Art  Company

Obiettivo del lavoro proposto è lo studio del percorso del pensiero nel corpo, arrivare ad un’espressione fisica consapevole e “vera”. Vizio/Virtù, Dire/non Dire, Odio/Amore, l’uno funzione dell’altro, l’uno vitale per l’altro, temi fondamentali del romanzo epistolare “Le Relazioni pericolose” di C.De Laclos, a cui il laboratorio si ispira, punto di partenza di un lavoro coreografico aperto alle individualità dei partecipanti.

Il lavoro sarà svolto su:

–         capacità di concentrazione, respirazione, improvvisazione, coordinazione, ritmicità, equilibrio, condivisione dello spazio e contatto con uno o più corpi.

–         Presa di coscienza dello spazio e delle dinamiche corporee.

–         Esercizi mirati al riconoscimento e all’applicazione del movimento sul ritmo musicale.

–         Esercizi atti ad operare una “distillazione” dei segni e l’eliminazione di tutti quegli elementi di comportamento che velano la purezza dell’impulso….

–         Contatto fisico e la Relazione con l’altro.

–         Sperimentazione nella dinamica.

Il lavoro si svilupperà attraverso sequenze coreografiche nello spazio per utilizzarle in riferimento ai concetti della composizione e dell’improvvisazione.

Verranno individuate alcune sequenze di movimento, si daranno loro diverse collocazioni di senso usando come variabili  la musica, la dinamica, l’intenzione, lo spazio, il tempo, la personalità dell’interprete, il testo letterario.

 

Il laboratorio è destinato a coloro che hanno già qualche esperienza teatrale

 

Date e orari: 

Febbraio 2011: 25 ( ore 15/ 20 ) 26 ( ore 15,30/20,30 ) 27 ( ore 9,30/13,30 e 15,30/19,30 )   per un totale di  n. 18 ore ed un costo di   € 180,00.

Nella pausa di Domenica 27 febbraio  “ParoleRivelate”  sarà lieta di offrire ai partecipanti una simpatica colazione.

Le richieste di partecipazione, corredate da note biografiche e recapito, devono pervenire entro il  5 Febbraio 2011  via MAIL ad uno dei seguenti indirizzi:

tulpec@tiscali.it  –  cmcalo@unica.itsilvercup@fastwebnet.it

 

Il Corso si svolgerà a Cagliari in luogo che verrà comunicato. Per ulteriori informazioni  contattare telefonicamente:  347 3461942 – 349 8134870

 

Verrà rilasciato ATTESTATO di partecipazione e formazione

23
Nov
09

A Carmen Maestra di danza

A Carmen Maestra di danza

 

Ti ascolto

parli con foga

Carmen

Maestra di danza

di punte e piquet

Parli

e mentre i tuoi occhi

fanno capriole di gioia

m’incanto.

 

Pietro Atzeni